In viaggio da sola verso il concorso #assistentiallavigilanzamibac2019

Cronaca fotografica e scritta di una Mamma felice.

Arrivo a Roma Termini.

Il viaggio di una Mamma che deve partire per un concorso pubblico senza Famiglia al seguito comincia molto prima del giorno della partenza. E dalle storie che ho sentito ieri è una condizione tipica per tutte le Mamme ma anche per tutte le donne in generale.

Il viaggio comincia quando inizi a ritagliarti nelle giornate quotidiane momenti per studiare, per fissare treni o B & b… per fare i quiz…

È qualcosa che si scatena dentro. È la voglia di fare bene per il futuro che ti fa allontanare dal tuo bimbo da sola per due giorni. So che può sembrare esagerato ma per una Mamma è sempre difficile affrontare tutto questo. Poi per me lo era anche senza figli quindi figuriamoci… invece … invece #CELHOFATTA!

Ho studiato. Ho fatto i quiz. Ho fissato treno e b&b e infine organizzato a casa e sono partita. Il magone c’era. .. ma era diviso al 50% con la curiosità di vedere se ce l’avremmo fatta tutti quanti. Io. Il mio bimbo. E mio marito. Tutti quanti concorrono al benessere di una Famiglia e alla felicità. Tutti quanti i membri. E io sono molto fortunata. ora come in passato dato che sono stata felice quando ero con i miei in cinque persone. Per far andare bene le cose ci vuole il contributo di tutti.

Insomma il viaggio in treno perfetto. Le coincidenze pure. Il clima ottimo (anche se avrei preferito fosse più freddo per farbtornare meglio il clima in questo periodo!!!… ahimè)

La serata prima del concorso è stata bellissima: con una spettacolare chiacchierata con la mia Amica restauratrice che vive a Roma.

La notte al b &b pensavo al mio bimbo… ma con serenità perché col suo babbo è sempre in ottime mani… magari un po’ caldo il riscaldamento e l’ansia dei quiz …non ho dormito molto.

Il concorso? Bhoooo un’incognita! Sveglia alle 6.00 arrivo alla #FieradiRoma 7.30. Apertura dei varchi… millemila persone. Si depositano i bagagli ingombranti e gli strumenti elettronici e digitali. Ognuno si dirige al suo padiglione. Tutto organizzato molto bene devo dire dalla #ripam. Tutto scorre bene. L’attesa del via dura due ore. Aprono le buste. Stampano per tutti consegnano VIA!

Dopo 60 minuti arriva l’ALT !!! Come a #bakeoff tutto sul tavolo che passano loro della ripam a prendere tutto.

Non so com’è andata. In ogni caso, per 1052 posti da assistente alla vigilanza nei musei del #mibac si sono candidate 200000 persone… poi devi passare la preselettiva la prova scritta e l’orale. .. insomma di strada ce n’è! Il posto fisso fa gola a tutti. ..

Io cosa desidero? Niente! Di tutti i desideri che avevo da ragazza li ho realizzati tutti quanti finora. SONO STRAFORTUNATA!

Mi sono divertita. Ho studiato. Sono diventata una restauratrice. Ho avuto l’occasione di lavorare su capolavori d’arte. Mi sono innamorata e sposata. E ho uno splendido bambino tutto mio! NON MI SERVE NIENTE!

Forse l’unica cosa che cerco ora a 38 anni è un po’ di stabilità economica per allargare la Famiglia e stare più serena. Ma solo per loro perché se fosse per me continuerei così. .. adoro il mio mestiere ma è diventato difficile aggiudicarsi i lavori e sopravvivere alle tasse.

Un posto da #vigilante nei musei non è il mio sogno da ragazza ma se mi permetterà di continuare a rimanere nell’ambiente, restaurare per passione e allargare la Famiglia … ben venga … anzi ben venga tutto quanto!

Siate positivi e ottimisti. Io con questo concorso mi sono messa in pari con la Vita.

Nel 2016 non sono riuscita a partecipare a quello per funzionari restauratori… ma non importa … mi voglio bene lo stesso! Ho partorito e cresciuto un bimbo nel tempo della durata del concorso per funzionari … va benissimo così. E sono stata accanto alla donna che più di tutte ammiro e stimo nella Vita: la mia Mamma.

Proprio per lei mi sono messa in pari col concorso.

Avrei voluto aiutarla di più nella Vita… capirla di più. .. sostenerla di più. .. indietro non posso più tornare… nemmeno adesso che ho 38 anni e sono Mamma ed ho acquisito una consapevolezza delle cose che prima non avevo… adesso le sarei davvero stata utile come Donna.

La Vita succede e non ti da tanto tempo a volte. Io con Lei ne avrei voluto infinito.

Elena, #mammarestauratrice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.