ELENA DELLA SCHIAVA RESTAURO. DAL 2008.

#elenadellaschiavarestauro

La storia della mia ditta di restauro./My Story.

 

Elena Della Schiava Restauro nasce il 26 maggio 2008.

Apre la partita IVA da libero professionista per eseguire essenzialmente lavori di consulenza e schedatura conservativa.

Il 3 dicembre 2008 si iscrive all’albo artigiani di Firenze diventando a tutti gli effetti una ditta individuale.

Esegue così primo grosso lavoro di restauro all’opera di Pietro Tacca : la base originale del Porcellino di Firenze presentando il lavoro con l’Opificio delle Pietre Dure e il Comune di Firenze al Salone del Restauro di Firenze e di Ferrara. https://www.youtube.com/watch?v=Q4XrY8rRpG4

Esegue negli anni diversi lavori di restauro di piccole e media entità e rilevanza storico/artistica cercando di fare sempre ricerca scientifica parallelamente al restauro.

Si laurea infatti in Tecnologie per la Conservazione e il restauro dei Beni Culturali il 29 aprile 2013 presentando un lavoro di ricerca sulle Terre di fusione di Donatello.

Collabora per lavori di ricerca con l’università di Firenze.

Negli anni successivi continua a restaurare opere di svariati artisti conosciuti e anonimi di arte antica collaborando con diversi musei.

Esegue restauri in loco ad opere di arte contemporanea presso il Parco Museo Quinto Martini a Seano, Prato e ne segue la schedatura delle 36 opere negli anni a seguire fino al 2013.

Nel 2013 inizia a lavorare al restauro delle Porte del Battistero di Firenze con la Porta Nord di Lorenzo Ghiberti che realizza in equipe con 11 persone per conto dell’Opera del Duomo e dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze e che terminerà nel 2015.

Collabora con l’Università di Amsterdam per restaurare frammenti di una carro del Museo Archeologico di Firenze nel 2011 e continua la collaborazione nel 2015 col Museo restaurando una serie di elmi etruschi. 

Nel 2016 comincia a lavorare in equipe al restauro della Porta Sud di Andrea Pisano sempre per conto dell’Opera del Duomo e dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, sperando di accompagnare l’opera in Museo questo Novembre prossimo. https://www.youtube.com/watch?v=oFPD9QQ4jms

Si sposa il 20 Giugno 2015.

Diventa Mamma di un bambino gioioso il 31 Luglio 2017.

Diventa #mammarestauratrice a fine ottobre quando rientra a lavoro dopo 3 mesi di maternità. E’ consapevole che molte donne sono costrette o meno a fare questa scelta … nel mio caso possibile solo grazie all’aiuto amorevole di Marito, Nonno e zii… la nonna Materna manca molto e crescere un figlio è una sfida giornaliera… 

Apre questo blog nel 2019 per incanalare il flusso di pensieri positivi e negativi martellanti nei momenti di solitudine.

Adesso è in fase di riposo/restyling costruttivo… ovvero un periodo di pace artistica e lavorativa per tornare a settembre con ricche sorprese e iniziative!

STAY TUNED!!!

 
In 2013 he began working on the restoration of the Florence Baptistery Doors with the North Door by Lorenzo Ghiberti which he performed in a team of 11 people on behalf of the Opera del Duomo and the Opificio delle Pietre Dure in Florence which will end in 2015.
He collaborates with the University of Amsterdam to restore fragments of a chariot of the Archaeological Museum of Florence in 2011 and continues the collaboration in 2015 with the Museum restoring a group of helmets.
In 2016 he continues the work at the Doors of the Baptistery with the South Gate by Andrea Pisano … always working as a team and on behalf of the two aforementioned bodies. The work is expected to be consoled in November of this year, accompanying the door to the finishing in a display case in the Museum.
 
In 2015 she got married.
 
In 2017, July 31, she became the Mother of a joyful child.
 
… and in the same year she became Mammarestauratrice returning to work after not even three months of maternity leave.
 
It is something that many women do and is aware of … but has tried to make it a simple thing … as far as possible.
Raising a child by working and without the support of the maternal grandmother is a difficult business. ..which was possible thanks to the Love of the Husband, of the Grandfather and of the Uncles and cousins.
What follows is a bet. Certainly there will be so much commitment and dedicatio
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.